1. Sapere scolastico e vita quotidiana: dalla didattica per conoscenze/abilità alla didattica per competenze.
  2. La competenza situata: come la scuola può promuovere il "saper agire" degli allievi.
  3. Un modello per la costruzione di attività didattiche: il ciclo di apprendimento esperienziale.
  4. Valutare le competenze degli allievi: principi e strategie.

I temi trattati riguardano il potenziamento cognitivo al fine di prevenire i disturbi dell’apprendimento, le strategie per  una comunicazione educativa efficace, il lavoro di gruppo,  gli strumenti di osservazione e di autovalutazione.

Il percorso formativo è strutturato in due moduli sono complementari:

maggio-giugno: primo modulo legato all’aspetto metodologico; l’attenzione è rivolta all’approccio dell’insegnante nel suo ruolo di mediatore cognitivo per promuovere una didattica efficace ed inclusiva.

settembre- ottobre: secondo modulo legato alla progettazione didattica, alla definizione degli obiettivi per competenze e alla valutazione.